giovedì 27 novembre 2008

Due altre recensioni...

...al terzo volume di Maisha sono apparse rispettivamente su Comics Planet e Vampire Legacy. Le potete leggere qui e qui. Un sentito ringraziamento a entrambi i curatori, per l'attenzione e per le belle parole spese.

Train de Vie
-dal 1939-

sabato 22 novembre 2008

Maisha su Comicus

Gli amici di Comicus hanno pubblicato una (bella) recensione del terzo volume di Maisha. La potete leggere seguendo questo link. Il ringraziamento dello staff del Train de Vie a Luca Baboni, autore dell'articolo, e a tutta la redazione.

Train de Vie
- dal 1939 -

lunedì 10 novembre 2008

Catarsi

Peril momento questa illustrazione l'hanno vista in pochi, essendo stata disponibile a Lucca Comics (allo stand Arcadia) solo dal tardo pomeriggio del sabato. Si tratta di un omaggio che Alessio Fortunato ha voluto fare alla nostra Maisha, mostrandola in un momento catartico della sua esistenza (anche se lei giura di non aver mai fatto niente del genere, nella realtà). L'idea ci è piaciuta al punto che abbiamo deciso di stamparne una tiratura limitatissima (100 copie, numerate e firmate dall'autore) e di diffonderla - a un prezzo vergognosamente basso per una cosa del genere... veniteci a trovare allo stand e lo scoprirete - esclusivamente alle fiere del fumetto cui saremo presenti. Insomma, per averla sarete costretti a venirci a salutare...

giovedì 30 ottobre 2008

Maisha 3 - Il segreto dei Custodi

Era solo questione di tempo prima che l'attacco fosse deciso. Adesso Maisha e compagni stanno per tornare in Vaticano, per difendere la propria libertà e onorare antichi debiti.
Quello che accadde a Varsavia nel 1940, quando i soldati nazisti entrarono in città, si riflette sulla storia di oggi. E per qualcuno non ci sarà scampo...


48 pagine, B/N, cover di Marco Turini
Testi: Francesco Matteuzzi
Disegni: Alessio Fortunato e Fabiano Ambu

sabato 25 ottobre 2008

Un piccolo assaggio...

...di quello che troverete nel terzo volume di Maisha.

Due tavole disegnate da Alessio Fortunato, che vedono protagonisti rispettivamente Saul e Maisha. Il terzo volume si intitola Il segreto dei Custodi e porta a conclusione alcune delle trame aperte in precedenza.

lunedì 20 ottobre 2008

Maisha 3: la copertina

by Marco Turiniche altro aggiungere?


Train de Vie
- dal 1939 -

martedì 7 ottobre 2008

Il ghetto di Varsavia

Immagini belle e inquietanti quelle che ci giungono dal pennino di Fabiano Ambu, immagini che fanno riflettere e che rivelano quanto l'autore sia stato personalmente segnato da quei tragici fatti. Trasferitasi a Varsavia nel 1940, infatti, la famiglia Ambu fu internata nel ghetto nel febbraio dell'anno seguente. Ciò che accadde è risaputo e non c'è bisogno di spiegarlo nuovamente. Ma queste due tavole, arrivate oggi qui al Train de Vie, ci sono sembrate così intense che abbiamo voluto proporvele. (Il dossier completo, invece, sarà pubblicato su Maisha volume 3, a novembre il libreria e in anteprima a Lucca Comics 2008).

martedì 23 settembre 2008

A colori! A colori!

Le due tavole qui sotto provengono, come i più attenti di voi avranno notato, dallo speciale Cacciatori, disegnato da Michela da Sacco.


Ma i più attenti avranno altresì notato che l'albo è in bianco e nero. Il mistero delle tavole a colori si spiega con il lavoro del bravo Claudio Cerri (il cui blog merita sicuramente una visita), che ha deciso di vedere cosa succedeva trasformando Maisha dal suo classico bianco e nero alla versione a colori. A noi il risultato sembra fantastico.



(Tutto questo nell'attesa di proporvi, nei prossimi giorni, qualche anticipazione di Maisha 3, in uscita a novembre e in anteprima a Lucca Comics 2008.)

Train de Vie
- dal 1939 -

venerdì 5 settembre 2008

E' ufficiale!

Eccole qua, in tutta la loro bellezza! Le spille del Train de Vie e di Maisha sono pronte per essere sfoggiate in tutte le migliori occasioni mondane.
Oggetti di buon gusto, come si confà alle iniziative del nostro locale, che non possono mancare tra gli accessori del popolo della notte.
Per averle basta che veniate a farci una visita qui a Varsavia, negli orari di apertura del Train de Vie, o che veniate a trovarci alle principali fiere del fumetto, a cominciare da Narnia Fumetto, dove le porteremo in anteprima.
Train de Vie
- dal 1929 -

venerdì 8 agosto 2008

Dampyr 101

Dampyr - e questo non c'è bisogno che ve lo diciamo noi - è uno dei fumetti più interessanti di questi ultimi anni. Da poco tagliato il traguardo del centesimo numero, nell'albo numero 101 è presente in seconda di copertina una (bella) segnalazione di Maisha, con tanto di cover del secondo volume in bella mostra.
Un motivo in più per accattarsi questo bel numero di Dampyr (le cui atmosfere fantascientifiche old style sono davvero tutte da gustare).
Dallo staff del Train de Vie, un grazie di cuore a Mauro Boselli e a tutta la redazione.


Train de Vie
- dal 1939 -

lunedì 28 luglio 2008

Pepper Russel

Il buon Max Bunker presenterà a breve il suo ultimo personaggio (ultimo solo in ordine temporale, ovviamente): Pepper Russel. Dalla presentazione sul sito della casa editrice (che trovate seguendo questo link) si legge che "Pepper Russel è la prima donna di colore ad avere una testata propria in Italia".
Leggendo questa presentazione a noi del Train de Vie è sfuggito un sorriso, e di certo aspetteremo l'uscita del volume (prevista per agosto) con curiosità.
Non ci interessa discutere di primati, ma di certo esiste già almeno un altro esempio di personaggio femminile e di colore ad avere una testata propria in Italia.

Train de Vie
- dal 1939 -



domenica 20 luglio 2008

Maisha e Giuseppe Liotti

Nel secondo volume, "Varsavia 1939", Giuseppe Liotti aveva disegnato una sequenza in cui Maisha non compariva... e adesso ha voluto rimediare!
Quello che vedete qui sopra è un suo gentile omaggio che ritrae la proprietaria del Train de Vie in tutto il suo splendore. Ringraziamo Giuseppe per la sua gentilezza (anche se siamo dovuti andare a casa sua fin da Varsavia per riuscire a strapparglielo). Lui è un tipo tosto che non fa mai cose che non gli va di fare... o quasi, visto che per convincerlo a realizzare questo disegno siamo stati costretti ad amputargli tre dita della mano sinistra. Ma ne è valsa la pena, no?

domenica 13 luglio 2008

Un commento su "Cacciatori"

E' passato un mese e mezzo dalla comparsa di un commento su "Cacciatori" sul blog di Vampire Legacy, ma ce ne siamo accorti solo adesso. Si tratta di un parere decisamente lusinghiero, del quale siamo fieri e che potete leggere qui.
Ringraziamo ovviamente i curatori di Vampire Legacy, e approfittiamo dell'occasione per ricordare che potete scriverci all'indirizzo maisha.traindevie[at]gmail.com. Se parlate di noi segnalatecelo: ne riporteremo la notizia su questa pagina.

Train de Vie
- dal 1939 -

venerdì 27 giugno 2008

Maisha e Giuseppe di Bernardo

Questa volta è stato Giuseppe di Bernardo (autore de L'Insonne e disegnatore di Diabolik) a omaggiarci di un bel ritratto di Maisha. Se mai dovesse passare dal Train de Vie, sappia che c'è un Bloody Mary per lui offerto dalla casa (ne offriremmo volentieri uno anche al suo gemello siamese, se solo non fosse deceduto alla nascita...).

Train de Vie
- dal 1939 -
il miglior locale di Varsavia

giovedì 5 giugno 2008

sabato 24 maggio 2008

Fumo di China!


Fumo di China dedica una recensione ai primi due volumi di Maisha. Eccola qui sopra (cliccando sull'immagine la potrete vedere in dimensioni leggibili).
Train de Vie
- dal 1939 -

martedì 20 maggio 2008

Maisha speciale - Cacciatori

I primi giorni da vampiro non sono facili per nessuno. Ne sa qualcosa Saul, che dopo la trasformazione è stato abbandonato al proprio destino.
Ma perché adesso Maisha torna da lui insieme a un cacciatore di vampiri? E perché i due sembrano così intimi?

Cacciatori e prede si inseguono...
in quella che sarà una lotta mortale.

16 pagine, B/N, cover Michela da Sacco/Luca Bonisoli
Testi: Francesco Matteuzzi
Disegni: Michela da Sacco

Acquista

martedì 13 maggio 2008

E' tutto scritto qui!

mercoledì 7 maggio 2008

Il Train de Vie su YouTube

Il Train de Vie approda su YouTube con un video molto carino. Risale allo scorso novembre, ma fino a oggi ne ignoravamo l'esistenza perfino noi. Lo trovate qui.
Un sentito grazie all'autore... se dovesse passare per Varsavia ci venga pure a trovare, lo ripagheremo con uno dei migliori cocktail realizzati dalla stessa Maisha.

Train de Vie
- dal 1939 -

venerdì 2 maggio 2008

Preview!


Dalla home page del sito delle edizioni arcadia è possibile scaricare il pdf con le prime sei pagine di Cacciatori, il primo speciale di Maisha.
Chi già conosce la nostra protagonista potrà quindi ingannare l'attesa, visto che l'albo uscirà nelle fumetterie solo tra un paio di settimane, mentre chi non la conosce potrà farsi un'idea di che tipo di persona sia.

Train de Vie
- dal 1929-

martedì 22 aprile 2008

Al Comicon!

Dal 24 al 27 aprile la nostra Maisha lascia Varsavia per dirigersi a Napoli! Lo speciale "Cacciatori", annunciato per l'uscita in maggio, sarà infatti disponibile già al Comicon, la fiera che si terrà a Castel Sant'Elmo. La presenza dello staff del Train de Vie sarà purtroppo limitata, visto il costante impegno per mandare avanti il locale, ma voi veniteci a cercare comunque. Maisha, che non sarà presente alla fiera, in quei giorni sarà comunque a Napoli... chissà che non abbiate la fortuna di incontrarla, a sera, in giro per i quartieri spagnoli.
Quelle che seguono sono le prime tre tavole dello speciale, scritto da Francesco Matteuzzi e disegnato da Michela da Sacco.









venerdì 11 aprile 2008

Cacciatori

"Cacciatori" è il titolo dell'albo speciale dedicato a Maisha, in uscita a fine maggio. La storia riprende una vicenda lasciata in sospeso nel primo volume della serie (e dalla copertina - disegnata da Michela da Sacco e colorata da Luca Bonisoli) dovrebbe essere chiaro di cosa stiamo parlando) e approfondisce il legame tra Maisha e Saul.

Qui al Train de Vie siamo tutti molto soddisfatti del risultato, speriamo che lo siano anche i nostri lettori.


Train de Vie
- dal 1939 -

martedì 18 marzo 2008

Ancora commenti su Maisha vol. 1

Anche Kcomics parla del primo volume di Maisha, e siamo lieti di notare che sembra proprio che il recensore lo abbia gradito. Per leggere il commento è sufficiente cliccare qui. Per l'occasione annunciamo che per segnalazioni, commenti e messaggi è finalmente attivo il nostro indirizzo di posta elettronica: maisha.traindevie[at]gmail.com. Spesso risponde Maisha in persona...

Train de Vie
- dal 1929 -

martedì 11 marzo 2008

Michela e Maisha

Sembra che i cattivi ragazzi di hermesworks ce l'abbiano con Maisha. In senso positivo, dato che la proprietaria del nostro locale pare essere entrata nei loro pallidi cuori di piccoli vampiri. Dopo la bella recensione del primo volume, che vi avevamo segnalato a suo tempo, ecco anche il commento sul secondo, "Varsavia 1939". Giuriamo di non sapere chi sia a curare quel blog, ma gli siamo grati per le belle parole. Un altro messaggio, dal quale abbiamo rubato l'immagine che vedete qui sopra, è invece dedicato alla nostra Michela da Sacco e a uno sketch da lei realizzato in occasione di Mantova Comics che ritrae Maisha in persona. Lo potete leggere qui, dove è possibile vedere anche il disegno. Il post riporta inoltre la notizia del fatto che a fine maggio uscirà un albo speciale di Maisha, sul quale Michela è gia al lavoro. Non possiamo che confermare, ma per altre news al riguardo si dovrà aspettare ancora un pochino.

Train de Vie: aperto ogni sera fino a tarda notte.
Vini pregiati, birre, liquori, cocktails e long drinks.
Dal 1939, il miglior locale di Varsavia.

venerdì 7 marzo 2008

Non solo Maisha...

Di tutte le produzioni horror pubblicate dalle Edizioni Arcadia si occupa il pezzo di Horror Magazine che trovate qui. Horror Magazine è un sito di informazione che seguiamo sempre volentieri, e non può che farci piacere che abbiano deciso di segnalare le uscite della nostra piccola ma combattiva casa editrice.

-- Train de Vie --
dal 1939
il miglior locale di Varsavia

lunedì 3 marzo 2008

Maisha 2 - Varsavia 1939

Chi è Luis, il controverso artista contemporaneo che ha invitato Maisha e Saul alla sua esposizione? E cosa ci faceva in Polonia nel 1939? Il sangue bagna le strade di Varsavia e di Parigi, mentre i Custodi di San Giorgio muovono le loro pedine...

Nuove minacce incombono... è il momento di estrarre le zanne!


48 pagine, B/N, cover di Marco Turini
Testi: Francesco Matteuzzi
Disegni: Alessio Fortunato, Fabiano Ambu e Giuseppe Liotti


Acquista

Una ricca anteprima

Il sito di ComicUs, di cui vedete il logo qui in alto, ha dedicato una gustosa anteprima alla nostra Maisha. Alcune tavole erano state già pubblicate su questo blog, altre sono nuove e le trovate qui. La nostra presenza a Mantova Comics nei giorni scorsi (giorni in cui il Train de Vie è comunque rimasto aperto come di consueto) ci ha consentito di vedere il secondo volume stampato. Noi e gli autori ne siamo entusiasti... e voi? Se là fuori c'è qualcuno che l'ha letto, può inserire un commento a questo messaggio. Gliene saremo grati.

giovedì 28 febbraio 2008

Arte contemporanea

Già alcuni giorni fa vi abbiamo mostrato i ritratti del noto artista Luis realizzati da Alessio Fortunato. Qui sotto ve ne proponiamo degli altri, certi che vi piaceranno.

mercoledì 27 febbraio 2008

Continuano a parlare di lei

In realtà l'articolo a cui conduce il link è abbastanza vecchio, ma noi del Train de Vie l'abbiamo scovato solo adesso. Il blog da cui proviene è tutto dedicato ai vampiri (e in particolare ai fumetti sui vampiri), e benché l'autore sembri parlare bene un po' di tutto, ci fa comunque piacere che elogi anche noi. L'articolo si riferisce ovviamente al primo volume di Maisha, e lo trovate qui.

Train de Vie
- dal 1939 -

martedì 26 febbraio 2008

Il secondo volume!

L'illustrazione ve l'avevamo già mostrata nella sezione dedicata alle pubblicazioni, ma finalmente abbiamo disponibile la versione definitiva, proprio come apparirà sul volume. Ieri il tipografo ha stampato il tutto, giusto in tempo per la presentazione del fine settimana (ricordiamo per i più distratti: a Mantova Comics dal 29 febbraio al 2 marzo). Il secondo episodio uscirà dunque puntuale, e sarà presentato con una conferenza che avrà luogo domenica 2 marzo alle 13 e alla quale parteciperanno gli autori Francesco Matteuzzi, Fabiano Ambu, Michela da Sacco e Marco Turini, assieme all'editore Mario Taccolini.

lunedì 25 febbraio 2008

Un uomo e la sua maschera

Lo conoscerete meglio nel secondo volume di Maisha (che sarà presentato in anteprima a Mantova Comics nei giorni 29 febbraio, 1 e 2 marzo), ma intanto ve lo presentiamo. Si tratta di Luis, noto pittore le cui opere sono spesso oggetto di discussione da parte della critica. Quelli che vi mostriamo sono alcuni schizzi realizzati dal famoso incisore Alessio Fortunato alla fine del 2006, quando conobbe Luis a una rassegna artistica di Norimberga in cui erano esposte le opere di entrambi.
Solo per i clienti del Train de Vie, Luis cala la maschera e mostra il proprio volto, rinunciando per un attimo a quell'aura di mistero che lo accompagna fin dall'inizio della sua carriera.


lunedì 18 febbraio 2008

Giuseppe Liotti e Vlad Tepes

Cosa c'entra il signore di Valacchia, passato alla storia per aver ispirato la figura del più famoso vampiro della letteratura, con l'enfant prodige (enfant nemmeno poi tanto, ma prodige di sicuro) del fumetto italiano? Il feroce "impalatore" con uno degli esordienti più scafati del 2007? C'entra, di sicuro qualcosa c'entra... Già dalle pagine di anteprima del post precedente qualcosa si intravedeva, ma qui sotto vi proponiamo gli studi realizzati dal Liotti per i suoi ritratti del simpatico Vlad, che vedrete nella loro completezza nel secondo volume di Maisha.

martedì 12 febbraio 2008

Secondo volume in arrivo

In realtà per il secondo volume c'è da aspettare ancora un poco, ma siamo certi di farvi cosa gradita presentando una piccola anteprima. Si inizia con le tavole di Alessio Fortunato, e in particolare con le prime due tavole del volume:

Si continua con il secondo disegnatore dell'albo, Fabiano Ambu, già visto all'opera sul primo volume e qui alle prese con una sequenza ambientata a Varsavia nel 1939:

Per chiudere, presentiamo qui la new entry dello staff, Giuseppe Liotti, nelle cui tavole si può riconoscere il celebre Vlad Tepes:


- Train de Vie: il miglior locale di Varsavia, aperto ogni sera fino a tarda notte -

mercoledì 6 febbraio 2008

Alessandro Poli al Train de Vie

Il nostro personale è oggi particolarmente orgoglioso di presentarvi questo nuovo omaggio realizzato da un amico che fa spesso capolino al Train de Vie. Si tratta di Alessandro Poli, che ha deciso di ritrarre la nostra Maisha in una posa davvero particolare e... sanguigna. Un ritratto che ci piace molto, anche se la proprietaria di questo locale continua ad affermare di non riconoscervisi più di tanto. Ma nonostante questo ha deciso di esporlo proprio all'ingresso del locale, e se verrete a trovarci avrete modi di ammirarlo di persona.
Train de vie
- dal 1939 -
Varsavia

lunedì 4 febbraio 2008

Un altro assaggio

Quando tutti noi pensavamo che due omaggi fossero abbastanza, è intervenuta la nostra proprietaria in persona a farci cambiare idea. E' solo a Maisha, che potrete trovare tutte le sere dietro il bancone del Train de Vie, che si deve questo nuovo assaggio gratuito del primo volume della serie. I disegni sono di Fabiano Ambu, speriamo che gradirete.

giovedì 31 gennaio 2008

Chi ne parla bene (e chi ne parla male)

Il locale non ha riaperto da molto, ma già qualcuno ha deciso di recensirci. I primi sono stati quelli di decode, poi, qualche giorno fa, anche comicus ha detto la sua. Cliccando sui nomi dei siti sarete rimandati alle rispettive recensioni.
Anche Gianlorenzo Barollo dell'Eco di Bergamo ha detto la sua. Non avendo a disposizione alcun link che riporti al suo articolo, lo riportiamo qui di seguito.

Maisha

Il benemerito dottor Van Helsing ci ha insegnato che possiamo liberarcene piantandogli nel cuore un appuntito paletto di frassino. Oppure li si può sventagliare con bombe d’acqua santa come ha suggerito quel burlone di Rodriguez. Ma il mito del vampiro, quello non lo puoi cancellare. Anzi, con l’elasticità di un implacabile virus, il vampiro riesce ad adattarsi alla mutevolezza del quotidiano per riproporre il suo codice parassitario in nuove e affascinanti forme.
L’ultima incarnazione su carta dell’ormai secolare saga dei succhiatori di sangue si chiama Maisha ed è un’avvenente ragazza di colore, tenutaria del “Train de vie”, esclusivo locale notturno nel cuore della Varsavia post-sovietica. L’albo delle edizioni Arcadia che dà il via alle sue vicende è stato presentato alla platea di Luccacomics e a dicembre ha fatto il suo debutto in Bergamo schierando i disegnatori e lo sceneggiatore. Il team infatti è formato da Alessio Fortunato, Fabiano Ambu, Michela da Sacco e ovviamente da Francesco Matteuzzi (noto ai più come uno degli autori de L’Insonne) che ha messo nero su bianco il concept di Maisha: idee, personaggi e trame.
Nel primo capitolo della vampira nera si avverte subito lo sforzo di svicolare dai clichè più abusati del genere succhiasangue per costruire un contesto che sappia intrigare seminando indizi con ritmi diversi. Se vi aspettate un’introduzione piana a carte scoperte Maisha sarà una gradevole sorpresa dato che la sua storia procede su piani temporali differenti.
“Ho sfumato molto la vicenda ambientata nel presente - spiega Matteuzzi - dando spazio a flashback che di fatto sono delle piccole storie compiute, utili indizi per capire chi è Maisha. Un vampiro dalla lunga vita dà la possibilità di sfruttare epoche diverse per raccontare vicende fantastiche. Personalmente ho un interesse minore per il presente rispetto al passato: il presente è mobile e rischi il già visto, mentre il passato ha dei punti fermi e molti spazi in cui ci si può sbizzarrire con la fantasia”.
Come mai una vampira a Varsavia? Praga era forse troppo banale?
“In effetti ho cercato di discostarmi dalle scelte più ovvie. Inizialmente ero indeciso: volevo di sicuro restare nella vecchia Europa e la scelta era tra Varsavia o una città dell’Ungheria. Poi il contesto della Polonia mi è sembrato che offrisse più opportunità narrative. Non conosco direttamente la città, ma per architettura e storia è di certo molto ricca di spunti. Una terra cristiana a ridosso di un impero ortodosso, una terra contesa, occupata dai nazisti e poi dai sovietici, fino al crollo del muro di Berlino. Questo fermento consente di “muovere” i personaggi in situazioni di ampio respiro”.
Qual’è il tuo rapporto con la figura del vampiro?
“Conosco bene la mitologia classica da Stoker a Polidori fino ad Anne Rice e agli autori più recenti. Inoltre ho lavorato con una casa editrice facendo traduzioni di libri per giochi di ruolo ispirati a vampiri. Comunque la mia prima proposta di sceneggiatura agli amici dell’Arcadia non prevedeva vampiri, mi sono indirizzato su questa pista sulla loro indicazione”.
In un certo senso è stata una sfida?
“Sì perchè ho cercato di attingere al mio bagaglio di conoscenze, ma più che altro per cercare di formulare qualcosa di nuovo, cercando di allontanarmi dagli aspetti che mi erano familiari, sempre nel rispetto dei canoni classici. L’obiettivo, che può sembrare banale ma è quello che alla fine funziona, è stato scrivere qualcosa che mi sarebbe piaciuto leggere”.
Una cosa che balza all’occhio è sicuramente l’aspetto della protagonista: una giovane di colore. Per non parlare del suo “amico” di vecchia data: un ragazzino con la sindrome di Down.
“Non è stata una decisione troppo studiata. Volevo soprattutto che i personaggi fossero ben caratterizzati dal punto di vista psicologico oltre che fisico. Da parte mia c’è soprattutto la curiosità di vedere come funzioneranno nelle varie situazioni”.
E qui Matteuzzi accenna alle venture peripezie di Maisha. Temi top secret: vi basti sapere che la vedremo alle prese con i nazisti invasori nel 1939 e che il monaco sfigurato che ha sconvolto la sua vita in terra africana si guadagnerà ampio spazio per rivelare i motivi della sua tormentata esistenza. Insomma molta carne al fuoco, anche se nella tradizione vampiresca sarà da gustare... al sangue.

lunedì 28 gennaio 2008

Nuovo omaggio della casa

L'abbiamo fatto di nuovo! Gestire un locale richiede impegno e attenzione per il cliente, e noi del Train de Vie abbiamo particolarmente a cuore la soddisfazione dei nostri ospiti. Ecco che anche oggi vi offriamo quindi una sequenza tratta dal primo volume della nostra Maisha, con la speranza che la troviate di vostro gradimento. Per approfondire la questione, a vostra disposizione c'è la sezione "pubblicazioni", che trovate nella colonna di destra, in alto, nella quale si trovano tutte le indicazioni sul volume in questione.
Buona permanenza.

giovedì 24 gennaio 2008

Francesca Da Sacco al Train de Vie

E' con vera gioia che diamo il benvenuto al Train de Vie alla fantastica Francesca Da Sacco, che ci delizia con un bel ritratto di Maisha, la proprietaria del nostro locale. Un omaggio che lei ha fatto a noi e che noi proponiamo ai nostri clienti affezionati. Buon divertimento!



lunedì 21 gennaio 2008

Offre la casa

Bentornati nel nostro umile locale. Oggi siete proprio fortunati a essere venuti al Train de Vie, perché la casa ha deciso di offrire ai suoi ospiti qualcosa di veramente speciale. Quello che vedete qui sotto è un assaggio del primo volume della nostra Maisha, disegnate da quell'autentico miniaturista di Alessio Fortunato. Cliccandoci sopra potrete vederle in grande. E' solo un piccolo omaggio della casa, ma confidiamo che lo gradirete.